.
Annunci online

kapparocknroll
rock & roll e ricerca (...folle è geniale!)
 
 
 
 
           
       

do you LIVE? concerti nelle prossimità spazio-temporali..

the walrus: il 4 aprile al Glamour di Taviano, l'11 al Dublin Irish Pub di Casarano, il 26 al Sinatra Hole di Ugento

cucuwawa: il 22 marzo all'Arci TerraRossa di Taviano, il 24 marzo al Parco Gondar di Gallipoli, il 29 marzo al Sinatra di Ugento, il 18 aprile all'istanbul cafè di Squinzano


STIMOLI:


la strada come virtù, la strada come vita, la strada come racconto, la strada come rock n roll... adoro la filosofia di vita on the road...

patti smith e janis joplin sono state delle grandi donne senza mai aver messo il rossetto... tu cosa ne pensi?

woodstock: tre giorni di pace, amore e musica... se non ne sai nulla conviene informarti!!!

suicide girls, texas rock n rollers: nuove rriot girls, nuove groupies, o nient'altro che esibizioniste?

fotografia: inutile, trascendente, contemplativa, riduttiva... cosa significa per te fare o guardare una foto?

kerouac, hunter thompson, philopat: hai mai letto beat?

matt groening: invece del telegiornale guardate i simpsons...




un genio incompreso (grazie al cielo).



BRAND NEW:

muzak, blue bones honkies'tra, super reverb, dirty pretty things, morgan, progetto rezophonic, blues explosion, juliette and the licks, tokyo dragons, queens of the stone age, eagles of death metal, devendra banhart, mars volta, kasabian, (marlene kuntz, afterhours, linea 77 e affini, per il sostegno al made in italy, ma ho gusti pieni leggermente diversi!), one dimensional man, teatro degli orrori (vedi parentesi precedente), nick cave, ok go (più che altro per i video), super elastic bubble plastic, kings of leon, hellacoopters, offlaga disco pax, white srtipes, peace orchestra, gotan project, orchestra piazza vittorio, stefano bollani, klezroym, opa cupa, goran bregovic & kocani orchestra...



ROCKnROLLwillNEVERdie:


guns n roses, led zeppelin, ten years after, ray charles, perl jam, janis joplin, eric clapton, cream, soundgarden, pink floyd, deep purple, black sabbath, hendrix, neil young, doors, jefferson airplane, rolling stones, beatles, soft machine, the who, bob dylan, muddy waters, robert johnson, charlie parker, miles davis, lynyrd skynyrd, king crimson, banco del mutuo soccorso, premiata fonderia marconi, rovescio della medaglia, battiato, de andre', elvis... non finirei mai!!!!!



(SEZIONI IN ESPANSIONE)
35 millimetri:
francesco cito, caterina farassino, cristina zamagni (egli)...

24 fotogrammi al secondo:
Forrest Gump, Ladri di Biciclette, Arancia Meccanica, L'oro di Napoli, Romanzo Criminale, Paura e Disgusto a Las Vegas, italian sud est, the dreamers...

cellulosa finissima stampata, rilegata, "edita" (ferma sul comò):
"
acqua in movimento", m. bersani




country, jazz, blues, beat, groove, alternative, hard rock, rock n roll!!! peace, sex, alcool.







la cosa più bella mi sia uscita dalle mani (giò's guitar):





















il mio contatto msn:
kikyout@libero.it

 
24 gennaio 2009

...

this cinnamon girl wants her southern man


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. neil young

permalink | inviato da kapparocknroll il 24/1/2009 alle 20:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

31 marzo 2008

cucuwawa (legamenti elastici)



 

LEGAMENTI ELASTICI.

‘Ncommi (su una specie di biografia dei cucuwawa lessi che è importante familiarizzare coi soprannomi) a ginocchia tese per una mitica stratocaster, Carlo che immola il proprio corpo al trasporto totale di uno dei migliori generi musicali esistenti sulla faccia della terra: il rock’n’roll! Stefano con un’ammirevolissimo fiato (bravura rilevabile ad alti ordini di grandezza!) ed un presentissimo preciso cembalo, Ruggero che si suona il muro del Sinatra: <<SE NON E’ ROCK N ROLL QUESTO!!??>>..

Cazzo che tempi (tempi musicali!!)! Che intesa tra chitarra e chitarra, tra ritmi e melodia, che bei passaggi, che maturità del suono (oddio, la matteria è tutt’altro che matura… è fantasticamente ragazzina… è totalmente fuori di testa! E ci sta da diooooo) e che freschezza di stile!

Che ottima riuscita, che sorprendente evoluzione!

Da un genere all’altro il risultato non è cambiato: ci si diverte troppo ad un live dei cucuwawa!

La voce del Mr.Moon è bellissima (come sempre), perfettamente appropriata al genere, i fiati lo rendono originale e lontano dalla classificazione, dai riferimenti; la chitarra ci mette quel chè di spassionato e sanguigno.

Tra un repertorio tutto rinnovato vanno evidenziati la <<marcia>> (considerarla tale è un suggerimento del cantante!) e, sempre nel tema del viaggio,una SPETTACOLARE Day Tripper!

E poi dite quel che vi pare. A me piacciono più ora che prima (e prima non è che mi piacessero poco, eh???)!

www.myspace.com/cucuwawailritorno




permalink | inviato da kapparocknroll il 31/3/2008 alle 13:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

18 febbraio 2008

the walrus



 



   




permalink | inviato da kapparocknroll il 18/2/2008 alle 12:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

9 dicembre 2007

non ricordo di preciso quando...

 

...ma la potenza è stata incalcolabile! “energicissimo” live, puro rock n roll dei puri anni andati: ancora MARSH MALLOWS, al Dublin di Casarano.

repertorio rinnovato in qualche pezzo, eseguito con una perfezione alcolica, divertentissimo, incontenibile e coinvolgente!





permalink | inviato da kapparocknroll il 9/12/2007 alle 13:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

19 novembre 2007

attività riprese a pieno regime

 

Spesso in molti si lamentano del fatto che il salento, specie d’inverno, sia quasi privo d’iniziative rilevanti.

Un’occasione persa per un bel po di gente, che avrebbe potuto assistere ad un’interessante selezione pinkfloydiana (quando barrett incontra gilmour e i pink floyd hanno altro da fare che azzuffarsi), è stata quella a cui ho assistito io e pochissimi altri intenditori (CHE VANNO SUPERSTRAMEGA RINGRAZIATI!!!) hahahaha…

Dj set ECHOES di Massimo Munitello, il 15 novembre al Crazy American Bar di Tricase…




Al contrario, il 16 dello stesso mese corrente, al Mind the Gap di Nardò pienone per i Morrison’s Hotel: bravi, live abbastanza potente (importante: il tastierista è il genio Gabriele di granma, marsh mallows etc etc), note di demerito per la figura leader, che appiccica su di sé gli stessi identici spiccicati atteggiamenti e stili del re lucertola, ma per impostazione personale e fisionomia facciale –mio puro parere- potrebbe inventarsi di meglio, e lasciar perdere le esibizioni di jim morrison viste e riviste, trite e ritrite: i doors fatti come li fanno loro, potrebbero fare a meno di un leader così fedelmente riprodotto (anche nelle cover band ci starebbe tanto bene l’originalità!). Anche perché io, estimatrice della bellissima musica sugli usci delle porte della percezione, ne ho fino al collo di gente che imita altra gente.

Bel live!




permalink | inviato da kapparocknroll il 19/11/2007 alle 12:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

13 novembre 2007

latenza is over

 

Periodo di pausa notevole il mio, si.

Non è che nel frattempo non abbia visto, sentito, assaporato e respirato roba nuova o interessante, è solo che è da poco che ho di nuovo la fruizione stabile della mia cara postazione multimediale!

Comincio dagli ultimi tre eventi più rilevanti, poiché fare il resoconto di quest’estate rasenterebbe l’impossibile.

6 novembre, Jack ‘n’ Jill di Cutrofiano: terza “fermata” della locomotiva capitanata da Rafaele Casarano, padre promotore di tutto il locomotive jazz festival (www.locomotivejazzfestival.it), con Daniele di Bonaventura e, a seguire, una serie di jam “del Birdland” che potevano essere valutate dal pubblico seduto ai tavoli… idea fantastica! Splendida! Ogni tavolo aveva a disposizione una scheda di valutazione per esprimere giudizi su artisti solisti, miglior parte ritmica, etc etc!

Un palco vario, carico di BUONISSIMA musica, di BRAVISSIMI musicisti, con un risultato di QUALITA’ del live che supera i record fin’ora rilevati.




7 novembre, Exegypt di Maglie: otakatroi

Musica sperimentale a struttura mobile: geniali riuscite musicali, nel senso letterale della parola, si scandivano solo con l’instabilità di ogni elemento e di ogni corrispondente ruolo. Impossibile dire chi è il chitarrista, chi il bassista… chi fa effetti, chi incarna, chi degrada (in senso buono), chi invigorisce.

Elettrocardiogrammi emotivi, nati per opera dei suoni provenienti da un palco inesistente, ma corposissimo e consistente.

Scarafaggi alati sul soffitto (di egiziano il locale ha “solo” i dipinti, i nomi dei piatti, i braccialetti delle cameriere).. , ambiente templare ma intimo, persone interessanti, frutta, cioccolato.








10 novembre, Cantine Strusi a Gallipoli: MATURO-CAFIERO in acoustic blues + un graditissimo SPECIAL GUEST.

Innanzitutto credo ne valga la pena spendere qualche parola di riguardo per il locale: STUPENDO! Ambiente intimo da enoteca, isolette di panche e cuscini entro le quali ti capita di sederti al tavolo con gente che non conosci, volte a stella bassissime, dipinte di follia e percorse da riflessi di specchi colorati (lampadario semi-anni70), applique per ogni zona, una bici appesa sulla parete del palco, oggetti antihi, gente di tutti i tipi (“tipissimi” anche i gestori-responsabili-cassieri), friselline con salse di conserve ottime ed originali, negroni carico di jin, foto di bob dylan, dei beatles e un sacco di bianch’enneri, tantissima gente in un buco!

Immaginate questo scenario ravvivato dal blues! Blues pastoso, dal delta a Chicago, girando per il pacifico…

2 chitarre e l’inconfondibile, spettacolare voce di un Jessy maturo con sempre più stile (asta e microfono pericolosi anche in acustico, tamburello a mo’ di cembalo!)! Si, si.. due chitarre…Cafiero e.. (rullo di tamburi).. MARCO ANCOOOOOOOONAAAAAAAAA, bravissimi, davvero, un live unico ed indimenticabile, di quelli che non se ne vedono spesso!

Un’ultima cosa… vi consiglio qualcosa che nemmeno io conosco, ma che nel suo mistero mi sta affascinando e interessando parecchio: sulla via vecchia per Frigole, a Lecce, c’è un’enorme costruzione, prima adibita alla formazione di operai, che ora diventa centro culturale ed artistico. L’inaugurazione è il prossimo sabato 17 novembre, alle 18.55! ( www.manifattureknos.org )




permalink | inviato da kapparocknroll il 13/11/2007 alle 9:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

28 giugno 2007

terra d'otranto: bauxite.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. otranto ex cava di bauxite

permalink | inviato da kapparocknroll il 28/6/2007 alle 11:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa

3 giugno 2007

2 minuti di jazz, un'ora di fisica.



mi sto cercando.

finchè mi cerco tra riassunti, schemi e programmi di quinto anno... posso sperare di trovarmi a maturità (non)conseguita...




permalink | inviato da il 3/6/2007 alle 0:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa

24 aprile 2007

MUZAK live

  

Quando sono di fronte a sensazioni simili l’unica cosa che posso comunicare è una totale sfiducia nelle parole: se ci venite spesso qui, potete anche BEN capire che conflitto mi trovo spesso a combattere con la mia deficienza linguistica.

 

Anche perché, come precedentemente detto (vedi recensione del 21/08/06) l’unica cosa che conta in un live dei Muzak sono le vibrazioni, difficilmente districabili in caratteri verbali.

 

Dopo un po di mesi che affidavo il mio piacere nei confronti di questo gruppo ad un bel disco, il loro “in case of…”, ho avuto l’immenso piacere,  (onore) di riviverli live, il 19 Aprile scorso, al Jack’n’Jill di Cutrofiano.

 

Inutile stare a ripetere con quanta genialità esprimono se stessi quattro ragazzi,

che si tratti di un basso, del suo Padre chino a prendersene cura, nutrendolo di carezze, percuotendolo d’energia,

che si tratti di un frizzantissimo set di percussioni, un sistema di coloratissime emotività ritmiche, stimoli scanditi (seppur sfumati, amalgamati, interrotti, rimarcati nei punti giusti) che pavimentano il percorso di una nube d’onde alla quale solo poche orecchie possono esser sensibili,

che siano le tastiere, ed un bravo cavaliere (non come quelli medievali!), a far luce sui dolcissimi, avvolgenti, poi d’un tratto inevitabilmente COINVOLGENTI… Suoni. A renderli così eleganti nel loro volo centrifugo,

che si tratti di una chitarra dinamica, mossa instabile come a volersi sempre più liberare in un palco di suoni, e sinuosa nell’espletarsi, fluttuando, senza assorbirsi mai se non nella mente dei miserrimi umani che assistono allo spettacolo vorticoso,

e che si riempiono di piacere, gli umani, evadendo dalle melodie scontate e riuscendo a farsi sorprendere secondo dopo secondo sempre di più:

da un urlo imprevisto, da un suono improvviso, da uno stacco …dal reale ed un ritorno geniale.

Dalle espressioni facciali del batterista (fotogrammi di piacere come colpi di pelle), da una nota bassa e da un fischio acuto.. tutto armonico, tutto omogeneo, tutto corposo… tutto caldo, nitido, tutto così  Vero, nonostante la bellezza trascendente, la bravura cosmica ma palpabile con orecchie, e con occhi, con la mente.

Via da un live dei Muzak, una volta finito, sei una persona depurata dalla quotidianità, dalla banalità e da una realtà piatta e prevedibile, studiabile. Le facce non sono più le stesse, gli spigoli della vita urbana si ammorbidiscono, e passi una notte a ripercorrere ogni movimento e ogni sfaccettatura di quella nube di suoni.

 

 

Orecchie acute, occhi attenti e mente geniale sono doti riscontrabili dietro pochi volti.

Io ne ho trovato uno proprio per mezzo dei Muzak, e non posso che accostarmi alle sue sensazioni, reagite dopo lo stesso live, il 19 aprile, in un vascello occupato da musicisti intenti ad esser se stessi e spettatori impegnati ad apprezzarli, con indescrivibile piacere. Affacciato al balconcino della stiva, anche carefuleugene ha delegato, per una notte, la gestione dei propri sentimenti ad un sempre più bello “in case of loss, please return to:”.





permalink | inviato da il 24/4/2007 alle 19:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa

10 aprile 2007

compagn.. eros

  
  
   
  

 

 

  
   




permalink | inviato da il 10/4/2007 alle 21:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa

10 aprile 2007

lugares

  
  
  
  
  






permalink | inviato da il 10/4/2007 alle 20:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

10 aprile 2007

artisti di strada

   
  




permalink | inviato da il 10/4/2007 alle 19:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

10 aprile 2007

barcellona mix

  
   
   




permalink | inviato da il 10/4/2007 alle 19:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

28 marzo 2007

io e cia al MUSEU DE L'ERòTICA

"...libero l'iberico che è in me
holè..."

  
  




permalink | inviato da il 28/3/2007 alle 18:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa

15 marzo 2007

per Alessio, Lupo, Bb...




permalink | inviato da il 15/3/2007 alle 21:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

black crowes italia
CarefulWithThatAxeEugene
blog ro
coolclub
giovani pensatori
cortometraggi dalla fine
Praga, principato di
il buon Mashuma
cinema del reale
blog y (issio)
blog angie
malleusdelic
legambiente
w w f
energia eolica
siamobellissimi
the simpsons
arte: giulia...
uscita di emergenza
echoes/prog side of the moon
the walrus



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     marzo